CARLO MARIA MARTINI, “Persona in Dialogo”

“Martini fu un grande uomo della parola, per il suo rapporto prima di tutto con la Parola di Dio, ma anche per le molteplici capacità di usare parole umane per entrare in dialogo con le persone basandosi sulla semplice idea che tra gli esseri umani è sempre possibile intendersi, che ascolto e dialogo possono colmare anche fossati molto profondi”. Così lo storico Guido Formigoni, curatore dell’Opera omnia di Carlo Maria Martini, ha ricordato il cardinale di Milano, biblista e vescovo a Milano.

Il ricordo di Martini ha accompagnato la serata del 13 settembre 2019 organizzata all’interno del FestivalFilosofia da Ho Avuto Sete insieme al Centro Culturale F.L Ferrari, alla Fondazione Ambosianeum, alla Fondazione Carlo Maria Martini, e istituto Luce. Nella chiesa di San Bartolomeo, la figura di Martini e il suo pensiero sono stati ricordati in una forma non convenzionale, con spezzoni del film “Vedete sono uno di voi” di Ermanno Olmi, le testimonianze di Formigoni e di Marco Garzonio, presidente della Fondazione Amborsianeum, intervallate da brani dalle Cattedre dei non credenti e dalle musiche de La buona novella di De Andrè. Come arricchimento dello spettacolo, l’esposizione di opere d’arte “Nella tua luce” dell’artista modenese Daniela Alfarano.

È stato scelto Martini perché parla della dimensione contemplativa della vita. La psicanalista francese Catherine Ternynck ha definito quello contemporaneo come “l’uomo di sabbia”, che ha cessato di coltivare la dimensione spirituale dell’esistenza, e si è desertificato.

Ideatore della Cattedra dei non credenti il cardinale è stato una persona di dialogo; non parlava di persone credenti e non credenti, due dimensioni che coesistono in ognuno di noi, ma di persone pensanti e non pensanti. Per l’Associazione Ho avuto sete, Martini è un testimone di assoluto valore. L’arcivescovo di Milano, ha ricordato Garzonio “era un uomo che faceva domande, ma non erano né giudicanti né inquisitorie, erano l’invito a dialogare con se stessi, a trovare una dimensione interiore di libertà e autonomia”.

 

 

Partecipanti: 400 persone

Non puoi partecipare? Puoi fare una donazione!

Dona ora
Torna su
×

Condividi l'evento con l'eMAIL

INVIA